Festa regionale dei diaconi Acireale - Comunità del Diaconato in Italia

Vai ai contenuti

Festa regionale dei diaconi Acireale

Archivio
Ad Acireale la Festa regionale dei diaconi 
insieme alle famiglie di Pino Grasso

Una riflessione forte sul senso del ministero del diaconato nelle Chiese di Sicilia perché i diaconi siano davvero esperti in umanità a partire dall’invito al convegno Ecclesiale di Firenze che si celebrerà l’anno prossimo sul tema: “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”. 
E’ stata fatta domenica scorsa in occasione della 13a festa regionale dei diaconi insieme alle famiglie che si è celebrata nella diocesi di Acireale. “I diaconi che hanno incontrato l’uomo perfetto che è Cristo Gesù – ha affermato don Calogero Cerami, direttore del Centro “Madre del Buon pastore” – si debbono lasciare abbagliare dal Suo amore per essere chiamati a portare la sua carne ai più poveri e indifesi e tra questi i tanti migranti che negli ultimi mesi sono sbarcati a migliaia nella nostra terra di Sicilia in cerca di dignità”.
Durante l’incontro che si è tenuto presso l’Hotel “Il Bellavista” è intervenuto don Massimo Naro, docente di “Teologia Dogmatica” presso la Facoltà Teologica di Sicilia che ha sviluppato una relazione su: “Il servizio come paradigma umanistico: una lettura dell’invito a Firenze 2015”. Naro ha tratteggiato il compito del diacono che essendo il primo uditore del Vangelo perché lo proclama, è portato a leggere le vicende della vita dell’uomo alla luce della Parola di Dio e pertanto il suo servizio che è a Colui che è venuto a servirci deve riflettersi sui fratelli per un nuovo umanesimo.
E’ seguita la relazione del presidente della Comunità del Diaconato Enzo Petrolino, il quale ha presentato la sua relazione sul tema: “I Diaconi esperti in umanità in dialogo con tutti”. Petrolino ha ribadito il concetto che il diacono non deve essere solenne decorazione della liturgia, ma cittadino del mondo che deve conoscere le vicende della società contemporanea.
Al termine i diaconi con le loro famiglie hanno consumato uno squisito e prelibato pranzo che prevedeva un tipico menù locale, offerto dalla diocesi di Acireale che si è tenuto in una sala allestita in una stupenda terrazza da dove si poteva ammirare un panorama mozzafiato sul mar Ionio. Nel pomeriggio il programma ha previsto un tour culturale. Gli ospiti infatti, sono stati accompagnati nella visita alla Basilica di San Sebastiano, alla Chiesa di San Pietro e nella Cattedrale, dove ha avuto luogo la solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo mons. Antonino Raspanti, il quale al termine ha voluto manifestare i sentimenti del suo apprezzamento per il servizio che svolgono i diaconi nelle loro comunità, con un simpatico ricordo. Il primo appuntamento per i diaconi per il nuovo anno pastorale sarà rappresentato dai consueti Esercizi spirituali in programma a Baida dal 25-27 agosto.
Torna ai contenuti