Centro Internazionale Diaconato - Comunità del Diaconato in Italia

Vai ai contenuti

Centro Internazionale Diaconato

Home Page
Diakonia è la nostra missione
Il messaggio del Papa per l'IDC è stato incoraggiante
                

Sabato 4 giugno, Papa Francesco ha accolto con gioia una delegazione IDC proveniente da 19 paesi e tutti i continenti, in occasione del 50 ° anniversario del Centro. I 32 delegati erano accompagnati da IDC Protector, il vescovo Gebhard Fürst.
Il vescovo Dr. Gebhard Fürst, IDC Protector. Anche la testimonianza coraggiosa e incoraggiante del Papa di una Chiesa diaconale conferisce al diaconato una nuova forza, ha affermato durante il suo discorso. Una Chiesa missionaria, che è sempre presente là dove manca la luce e la vita del Risorto, costituisce anche la forza trainante del servizio di molti diaconi in tutto il mondo. Mons. Fürst ha anche sottolineato che la connessione tra il sacramento del Matrimonio e l'ordinazione diaconale ha un'importanza fondamentale per la Chiesa. La maggior parte dei diaconi sono sposati e "si sforzano di vivere le esigenze di Gesù - contando sul suo aiuto - nella duplice sacramentalità e per il bene degli emarginati, di coloro che soffrono e di coloro che cercano", ha affermato il Vescovo.

"La diaconia è la nostra missione!" Il diacono Klaus Kießling ha assicurato a papa Francesco di continuare la fedeltà alla missione diaconale. Il Presidente di IDC ha trasmesso il seguente messaggio:
Santissimo Padre! Noi, e io personalmente, vi ringraziamo sinceramente per l'opportunità di incontrarvi oggi. Allo stesso tempo, ringrazio mons. Fürst, così come tutti coloro che hanno aperto per noi la via che porta a questo momento, compresi quelli che, in questo momento, sono lontani da noi, ma spiritualmente molto vicini.

Il nostro gruppo ti mostra alcune caratteristiche del Centro Internazionale del Diaconato: diaconi permanenti provenienti da tutti i continenti, alcuni dei quali accompagnati dalle loro mogli; rappresentanti delle nostre Chiese sorelle, con le quali abbiamo una forte connessione ecumenica; e generalmente donne e uomini, inclusi i fratelli sacerdoti e vescovi che sono coinvolti nelle questioni relative al diaconato permanente e al suo sviluppo indipendente, ad esempio nel CELAM .
Noi, i diaconi del mondo, stiamo lottando con sfide pastorali molto diverse. Nei nostri rispettivi paesi, le tradizioni riguardanti il ​​diaconato variano, così come la lunghezza della loro storia - il diaconato, quindi ha un volto diverso e una spiritualità diversa in ciascuno dei nostri paesi. Ma sono proprio queste differenze e questa colorazione che rendono il Centro Internazionale del Diaconato un luogo di apprendimento stimolante per la Chiesa Universale e una tale rete di costruzione di ponti: soprattutto, attraverso le Conferenze di Studio, che organizziamo ogni quattro anni dal 1965; quindi attraverso la nostra rivista tri-linguale Diaconia Christi;
Come diacono mi considero un ambasciatore di Gesù Cristo, un ambasciatore del nostro Dio fatto uomo, che mostra solidarietà fino alla morte e oltre. Credo che l'incarnazione di Dio sia anche il punto di partenza della nostra stessa realizzazione come esseri umani. Come ambasciatori di Gesù Cristo siamo chiamati ad accompagnare gli altri nella solidarietà, attraverso il mondo, mentre viaggiano verso la concretizzazione della loro umanità.
La Diakonia è la nostra missione - e quella di tutta la Chiesa. Vi promettiamo volentieri che resteremo fedeli alla nostra missione diaconale - entro i limiti della nostra possibilità e, con la forza che ci viene dal Cielo - anche oltre! In questo contesto, c'è una domanda che occupa la nostra mente e che oso chiedervi perché siete anche animati dalla visione di una Chiesa universale diaconale: quale è il posto che ci assegnereste, diaconi permanenti, in questa Chiesa?
Dopo il mio primo corso di spagnolo, vorrei concludere con questa frase: Santo Padre, le damos las gracias de corazón, oramos por Usted e le deseamos que Dios le siga colmando de bendiciones (ti ringraziamo dal profondo del nostro cuore, preghiamo per te e desideriamo che Dio continui a riempirti di benedizioni).
Iscrizione Lourdes 2017
Lourdes 2017 - programma
Celebrazioni del giubileo

Il Diaconato - passato, presente, futuro
Il 50° anniversario del Centro Internazionale del Diaconato
Roma/Assisi 21-25 d’ottobre 2015
Spese (Alloggio, pasti, viaggi pullman, tassa conferenze) € 390 e Trasferimento aeroportuale andate e ritorno € 20 Allogio
Fraterna Domus, via Sacrofanese, 25 – 00188 Roma

Essere diaconi a Cuba
È la seconda volta che torno a Cuba e così, come quattro anni fa, ho sperimentato la bellezza di una terra dove l’essenziale, la semplicità e la speranza sono il terreno fertile
per un servizio diaconale che è voce, e soprattutto cuore, per gli uomini di questa terra, così carica di promesse e di sogni. Siamo venuti a contatto con quelle periferie non solo geografiche ma esistenziali di cui ama parlare papa Francesco per indicarci la via per aprirci alla missione.

Torna ai contenuti